Skip to content Skip to footer

Cos'è Il Vino Naturale IGT?

Il vino naturale IGT è una vera e propria esperienza sensoriale, che combina il sapore naturale con la riconoscibilità di un’Indicazione Geografica Tipica.  

In questa pagina troverai tutte le informazioni su questa straordinaria categoria di vino e su come la Cantina Fletcher si impegna a produrla. 

BeforeBeforeAfter

Vino naturale: definizione e caratteristiche

Il vino naturale è un vino che viene prodotto esclusivamente utilizzando uve coltivate senza l’uso di pesticidi, fertilizzanti chimici o altri prodotti sintetici. Durante la vinificazione, non vengono aggiunti additivi o correzioni, permettendo al vino di esprimere tutto il suo sapore originale. 

 Il nostro vino naturale è frutto della purezza della natura. Nessun additivo, solo uve selezionate e amore per la tradizione. Le caratteristiche uniche del nostro vino naturale si manifestano in un equilibrio armonioso tra la terra e il clima di Bobbio, conferendo a ogni bottiglia un carattere distintivo che ti porterà direttamente nel cuore delle colline piacentine. 

Come riconoscere un vino naturale?

Riconoscere un vino naturale è un’arte che si apprende attraverso l’osservazione e il palato. I nostri vini naturali si distinguono per la loro autenticità; ecco come identificarli: 

  1. Colore vivo e poca trasparenza: I nostri vini naturali si presentano con un colore vibrante, risultato del processo di vinificazione. L’assenza di additivi artificiali permette al vero colore del vino di esprimersi al meglio.
  2. Aromi e profumi caratteristici: I profumi dei nostri vini naturali raccontano la storia del nostro terreno. 
  3. Gusto autentico e complesso: Il sapore dei nostri vini naturali è la vera espressione delle uve, che varia di miscela in miscela.
  4. Presenza di sedimenti: La presenza di sedimenti è un segno distintivo dei vini naturali, che indica un processo di vinificazione senza filtrazione e chiarificazione. Non preoccuparti, è un segno di qualità e non di difetto.
  5. Etichetta informativa: Le etichette dei nostri vini naturali forniscono chiare indicazioni sulla loro produzione. Parole come “senza solfiti aggiunti” e “fermentazione spontanea” sono segni che stai degustando un vino prodotto nel rispetto della natura.

 Imparare a riconoscere un vino naturale è un’arte che si apprende ad ogni sorso. Approfitta della tua visita in Cantina Fletcher per provare il piacere di un vino prodotto in sintonia con la natura. 

A cosa servono i solfiti?

I solfiti sono composti a base di zolfo che vengono comunemente utilizzati nella produzione del vino come conservanti e antiossidanti.  

La Cantina Fletcher si impegna a offrire vini naturali IGT con livelli di solfiti minimi, consentendo ai consumatori di assaporare vini di alta qualità con un profilo aromatico unico. 

 Ecco perché abbiamo scelto un approccio diverso: 

  • Limitando l’uso dei solfiti, preserviamo la natura autentica del nostro vino. 
  • I solfiti, sebbene siano efficaci conservanti, possono influenzare il gusto del vino. La nostra scelta di limitarli i più possibile consente ai sapori genuini delle uve di emergere, offrendoti un’esperienza di gusto incontaminato. 
  • Ogni bottiglia è pensata per essere accessibile a una vasta gamma di appassionati di vino, senza comprometterne la qualità. 
  • Nonostante l’assenza di solfiti, i nostri vini mantengono la loro integrità e freschezza grazie a una produzione attenta e a una gestione oculata del processo di vinificazione. La conservazione naturale è il nostro segreto per garantire la longevità dei nostri vini senza compromettere la loro qualità. 
  • Con questo approccio i solfiti, riduciamo l’impatto ambientale associato al loro utilizzo. 

Scegliere i nostri vini naturali significa immergersi in un mondo di autenticità, dove il rispetto per la terra e la passione per il vino si uniscono per creare esperienze uniche. 

Come conservare un vino naturale?

Ci si potrebbe chiedere qual è il modo corretto di conservare un vino naturale una volta aperto. Di solito, ci si limita a conservare il vino in un luogo buio con un tappo speciale, ma per i vini naturali non basta. 

 Ecco i nostri sette consigli per conservare il vino naturale aperto: 

  1. Temperatura stabile: Conserva il vino in un luogo con una temperatura costante, ideale tra i 12°C e i 16°C. Evita sbalzi termici, che possono influenzare la qualità del vino.
  2. Lontano dalla luce: La luce diretta può alterare il gusto del vino. Conserva le bottiglie al riparo dalla luce solare diretta e dalle fonti luminose intense.
  3. Posizione orizzontale: Conserva le bottiglie in posizione orizzontale per mantenere il tappo umido, impedendo l’entrata di ossigeno. Questo è particolarmente importante per i vini naturali senza solfiti.
  4. Umidità adeguata: Preferibilmente intorno al 70%, per evitare che il tappo si secchi e permettere una chiusura ermetica.
  5. Luogo tranquillo: Evita vibrazioni e movimenti eccessivi che potrebbero disturbare il sedimento del vino. 
  6. Conservazione oraria: Un vino naturale, senza l’aggiunta di solfiti, può evolversi più rapidamente. Controlla periodicamente le bottiglie e consumale entro il periodo consigliato per garantire la massima freschezza.
  7. 7. Annota la data in cui hai aperto la bottiglia. Questo ti aiuterà a tenere traccia del tempo trascorso dall’apertura e a consumare il vino nel periodo di massima espressione.

Seguendo questi consigli, potrai godere appieno della complessità e della freschezza dei nostri vini naturali. Conserva le bottiglie con amore e rispetto, e ogni sorso sarà come il primo. 

Vino IGT, cosa significa Indicazione Geografica Tipica?

L’acronimo IGT sta per “Indicazione Geografica Tipica” ed è un marchio di qualità che garantisce l’origine del vino da una determinata zona geografica. L’etichetta IGT indica che il vino è stato prodotto utilizzando uve coltivate in una specifica zona geografica, con singolari caratteristiche organolettiche e tradizioni. Le etichette IGT permettono ai consumatori di apprezzare il legame tra il prodotto finale e il suo territorio. 

Ogni nostra bottiglia ha un’etichetta certificata IGT, che per noi significa omaggiare la nostra terra e le tradizioni vinicole, senza limitare la creatività e l’innovazione.

Quando un vino è IGT in Italia?

In Italia, un vino viene classificato come IGT (Indicazione Geografica Tipica) quando rispetta precisi parametri e requisiti stabiliti dalle normative vigenti.  

Per ottenere la designazione IGT, il vino deve essere prodotto utilizzando uve provenienti da una determinata area geografica, detta “zona di produzione IGT”, che può essere una regione, una provincia o una sottozona specifica. Inoltre, il vino IGT deve rispettare caratteristiche organolettiche e di produzione. La certificazione IGT riconosce quindi la specificità di un vino rispetto all’area geografica di provenienza. 

La classificazione IGT è stata introdotta per permettere una maggiore flessibilità nella produzione di vini, che riflettono l’identità del territorio senza restrizioni imposte da denominazioni più restrittive. 

Differenze tra vino IGT, IGP e DOC

Le differenze tra i vini IGT, IGP (Indicazione Geografica Protetta) e DOC (Denominazione di Origine Controllata) sono determinate principalmente dalle regole di produzione alle quali devono attenersi.  

Mentre l’acronimo IGT indica una maggiore flessibilità nella produzione, consentendo ai produttori di sperimentare e innovare, l’IGP fornisce un’indicazione geografica specifica ma più ampia. Al contrario, il DOC impone regole più rigide, garantendo la provenienza da una specifica area geografica e l’adeguamento a precise pratiche di coltivazione e vinificazione. Ognuno di questi acronimi ha le sue caratteristiche e fornisce agli amanti del vino un punto di riferimento nella valutazione del prodotto. 

Zone di produzione vino IGT

n Italia, le zone di produzione dei vini IGT sono numerose e diversissime tra loro. Ogni zona è caratterizzata da un terreno unico, che conferisce ai vini caratteristiche organolettiche distintive. La grande varietà di uve autoctone contribuisce a creare vini IGT unici e di qualità. 

Le nostre zone di produzione IGT sono incastonate tra le colline, le valli e le colline piacentine, la Val Trebbia e le alture di Bobbio. Ogni vigneto è una testimonianza dell’impegno per la qualità e l’autenticità, trasformando il nostro territorio in espressione vinicola. 

IGT

Come abbiamo fatto a diventare IGT?

Per ottenere il riconoscimento come vino IGT, Cantina Fletcher ha dovuto seguire un rigoroso processo di verifica e ottemperare a specifici requisiti di qualità, secondo le normative. Questo processo ha incluso una valutazione e una serie di controlli da parte delle autorità competenti.  

Siamo orgogliosi di aver raggiunto questo importante traguardo, che conferma l’impegno costante per la produzione di vini di qualità superiore, nel rispetto del territorio e delle sue tradizioni. 

Privacy Policy

Sito Web By: Spods 

Tania Cigoreanu: +39 388 1039829 – Ennio Repetti: +39 388.7299063  – Email: cantinafletcher@gmail.com
Società Agricola Vitivinicola Fletcher S.S. – Località Roncofreddo Vaccarezza 29022 Bobbio (PC) – P.IVA 01788330338